• ZevioZ.jpg

    1957

    Zevio Zambello fonda l'omonima azienda in un piccolo cortile di Castellanza, in provincia di Varese, per la costruzione di riduttori e variatori di velocità. Nato a Lusia (Rovigo) nel 1929 da una famiglia contadina del Polesine, Zevio manifesta fin da piccolo una grande passione per la meccanica, che lo porta a frequentare il noto istituto tecnico Enzo Bari di Badia Polesine, presso il quale si diploma a pieni voti.
  • 1962-212x300.jpg

    1962

    Costruzione della prima importante sede produttiva dell'azienda, sempre a Castellanza, in via Vittorio Veneto 65. In questa nuova sede, Zevio Zambello progetta e avvia una vera e propria produzione di riduttori e variatori di velocità a catalogo, con caratteristiche tecniche e di design senza precedenti.
  • 1965.jpg

    1965

    Mentre in Europa e nel resto del mondo i variatori di velocità avevano un campo di variazione massimo di 1:6, Zambello inventa i variatori di velocità con un campo di variazione da 1:10. Per l'azienda è l'inizio di un successo straordinario.
  • 1970.jpg

    1970

    Zambello inventa il primo riduttore di velocità dal montaggio universale. A tutt'oggi questo design è il più diffuso e replicato in tutto il mondo.
  • 1974.jpg

    1974

    Viene inaugurato a Lendinara il secondo e più grande stabilimento del gruppo. In quella sede, si costituisce la nuova società denominata Zambello s.a.s. di Zevio Zambello & C.
  • 1985.jpg

    1985

    Dall’esperienza ormai pluridecennale nel settore, nasce il primo catalogo Zambello di riduttori per il comando di estrusori. È la svolta dell'azienda: Zambello è la prima società in Italia a disegnare e progettare riduttori a ingranaggi elicoidali a elevate prestazioni, con caratteristiche specifche per il comando di estrusori di materie plastiche.
  • 1993-1.jpg

    1993

    Inizia la produzione di riduttori per il comando di estrusori bivite, sia corotanti che controrotanti, denominati RB.
  • 1994.jpg

    1994

    Zambello estende e migliora la propria gamma di riduttori per estrusori monovite con la serie RPU, idonea per montaggio universale, dalle prestazioni impareggiabili.
  • 1997.jpg

    1997

    La gamma di riduttori bivite si evolve aumentando le prestazioni con la nuova serie HT (High Torque).
  • 2000-300x147.jpg

    2000

    Apertura del nuovo stabilimento di Magnago (Headquarter).
  • 2001_B-300x109.jpg

    2001

    Primo ampliamento della sede di Lendinara.
  • 2002_B-1.jpg

    2002

    Nasce la nuova gamma di riduttori per estrusori monovite ZPE (evoluzione del riduttore RPU) dalle prestazioni straordinarie. L’elevatissima qualità e l'eccezionale affidabilità di questi nuovi riduttori portano Zambello alla leadership nel settore a livello mondiale. Lo stesso anno inizia anche la produzione di riduttori per il comando di macchine a iniezione in versione elettrica (oppure ibrida). Esce il primo catalogo di questa serie di riduttori chiamati MHP3.
  • 2003-300x177.jpg

    2003

    I riduttori bivite corotanti vengono costruiti con un nuovo design dalle forme compatte e squadrate. Nasce la nuova serie ZT.
  • 2004-300x131.jpg

    2004

    Secondo ampliamento della sede di Lendinara.
  • 2005-1.jpg

    2005

    Con la innovativa gamma di riduttori denominati TST (Twin Super Torque), nelle due differenti versioni: corotante e controrotante, Zambello raggiunge il top nella tecnologia anche dei riduttori per il comando di estrusori bivite.
  • 2008

    Terzo ampliamento degli stabilimenti della sede di Lendinara.
  • 2009-150x150.jpg

    2009

    La gamma di riduttori per estrusori bivite controrotanti si completa con l’inizio della produzione di riduttori per estrusori bivite conici, denominati ZC3. Anche questo prodotto è quanto di meglio si possa oggi trovare sul mercato a livello mondiale.
  • 2012-1.jpg

    2012

    Avvio della produzione in serie del riduttore TST Twin Super Torque anche nella versione controrotante, in virtù del perfezionamento del progetto già eseguito in precedenza.
  • zambello1-A-scelta-1.jpg

    2015

    Completamento del progetto di estensione di 2.000 mq dello stabilimento di Magnago.
  • 2016

    Quarto ampliamento della sede produttiva di Lendinara.
  • 2019

    Inizio dei lavori di ulteriore ampliamento di 12.000 mq della sede produttiva di Lendinara